Lenti a contatto

Stamattina verso mezzogiorno sono andata in ostello perché avevo appuntamento con la mamma di Burçin che mi ha accompagnata a comprare le lenti a contatto. Una settimana fa avevo chiesto alla mia amica dove le compra lei, dato che ho finito le scorte che mi ero portata dall’Italia. La madre si è offerta subito di accompagnarmi in modo da ottenere il miglior prezzo possibile (se dovete comprare qualcosa in Turchia e andate a comprarla con un turco, otterrete sempre un prezzo migliore).

Oggi sono dunque andata con lei e il figlio di 16 anni (il fratello della mia amica) a Sirkeci. Mentre ci incamminavamo, sono riuscita a scambiare due parole con il ragazzo, dato che parla un po’ di inglese. C’è anche da dire che riesco praticamente a capire sempre cosa mi sta dicendo la loro mamma. Nonostante parli solo turco e io non capisca una parola. Credo sia molto brava con il linguaggio del corpo.

Le lenti, come previsto, dato che da un occhio devo correggere anche l’astigmatismo, non le avevano in negozio. Le abbiamo ordinate. Lunedì saranno pronte, Burak andrà a ritirarle e le darà alla sorella, in modo che io possa passare a prenderle quando voglio in ostello. Sono molto contenta di aver conosciuto Burçin e la sua famiglia. Sono davvero gentili con me.

Al ritorno dal nostro giro abbiamo comprato dei “simit” e una volta in ostello li abbiamo mangiati insieme ad una tazza di tè con la mia amica, Peter e la donna delle pulizie.

dscn0006_1200
Simit e tè
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...