Pullman di lusso

Oggi alle 17.30 sono partita in direzione Atene con l’autobus (se vi ricordate avevo comprato i biglietti qualche giorno fa). Quindici minuti fa siamo arrivati al confine con la Grecia e siamo quindi dovuti scendere dal pullman per il controllo dei documenti. Il poliziotto mi ha chiesto se avevo intenzione di rientrare in Turchia nei prossimi giorni e gli ho detto che tornerò tra una settimana. Non mi hanno fatto storie e ho quindi ottenuto il sospirato timbro di uscita. Il 12 notte, al mio ritorno, sarò nuovamente qui e grazie ad un nuovo timbro di entrata potrò rimanere indisturbata in Turchia per i 90 giorni successivi.

Dopo averci controllato i documenti per permetterci di uscire dalla Turchia, ci siamo dovuti fermare nuovamente perché i greci ci controllassero di nuovo tutto. Ci hanno ritirato i documenti e ora siamo al bar della dogana ad aspettare che finiscano di esaminarli tutti e ci autorizzino ad entrare nel paese. Si comincia a percepire di non essere più in Turchia dal fatto che i prezzi degli snack sono in euro e che il bagno è gratis. Ad Istanbul si trovano bagni pubblici ovunque, ma ti chiedono sempre 50 kuruş (25 centesimi) per poterli utilizzare.

Il termometro fuori mostra una temperatura di 22° C, è impressionante se penso che è una notte di dicembre.

Il pullman su cui viaggiamo mi ha stupita veramente molto. Le poltrone sono comodissime e c’è spazio per le gambe. Sembra un mezzo molto recente. Ci sono due televisori nel corridoio e ogni sedile è dotato di un piccolo schermo touchscreen con cui è possibile ascoltare musica, vedere film o anche sintonizzarsi con il segnale della tv. Ci hanno caricato pure il solitario per giocare e passare il tempo. L’unica pecca per me è che ovviamente i film sono tutti in turco.

La hostess appena siamo partiti è passata a versarci alcol profumato sulle mani. Dopo la lavata ci ha consegnato delle cuffie imbustate per permetterci di utilizzare lo schermo. A intervalli regolari passa a chiederci se vogliamo tè o caffè e ci ha offerto delle tortine al cioccolato e alla vaniglia. Un vecchietto vicino a me si è preso un quantitativo non indifferente di merendine. Per non parlare del fatto che dopo un’ora dalla partenza ha distribuito cuscini per poggiare la testa a tutti i passeggeri.

Non avevo mai viaggiato su un pullman dotato di tutti questi comfort.

dscn0076-2_1200
Schermo di cui è dotato ogni sedile del pullman Istanbul-Atene
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...