Buon anno nuovo!

Lunedì sera, verso le sei (orari svedesi), sono andata a cena con i miei coinquilini e con i loro ospiti. Abbiamo mangiato in un ristorante ad Aksaray, che dista 20 minuti a piedi da casa nostra, che si chiama Akdeniz Hatay Sofrası. Il locale è molto rinomato e devo dire che ho apprezzato davvero tanto il cibo anche se ho cercato di non mangiare troppo perché alle otto (orari turchi) ero invitata a cena dalla mia amica Burçin.

Hatay è una regione turca che si trova nell’estremo sud a confine con la Siria e in questo ristorante servono cibi tipici della regione.

Prima di iniziare a mangiare ci hanno mostrato un vassoio pieno di antipasti e noi ne abbiamo scelti alcuni. Dopo un po’ ci hanno portato il piatto per cui eravamo andati lì, cioè il “Deveci Tuzda Kuzu”.

Questo piatto consiste in agnello, riso, uvetta, pinoli e altri tipi di frutta secca avvolti nella stagnola e poi cotti per due ore e mezzo all’interno di una montagna di sale indurito. Prima di servirlo lo portano davanti al tavolo, ci rovesciano sopra dell’alcool e fanno partire la fiammata che dura diversi minuti. Quando la fiamma si esaurisce viene un cameriere che con martello e scalpello spacca l’involucro di sale. Il cameriere cerca di solito di coinvolgere i commensali e per questo ha chiesto aiuto alla mia amica Karin per romperlo. Una volta scoperto il contenuto aprono la stagnola e mettono il suo contenuto al centro del tavolo in modo che ognuno si possa servire. Era veramente squisito. La carne era morbidissima e si scioglieva in bocca e tutti gli altri ingredienti erano deliziosi insieme.

Per mangiare questa pietanza il mio coinquilino è venuto il giorno prima a prenotarla. Volendo si può anche ordinare sul momento, ma bisognerebbe aspettare più di due ore perché sia pronta. Ne fanno anche un’altra versione in cui al posto dell’agnello cuociono un pollo intero: “Deveci Tuzda Tavuk”. Magari avrò l’opportunità di assaggiarlo prima di andare via.

Stasera sarò a casa della mia amica Burçin e forse dopo andrò a fare un giro con i miei coinquilini per vedere cosa fanno qui ad Istanbul la sera per l’ultimo dell’anno. Non andrò alla festa Erasmus che si tiene nella stazione dei treni di Sirkeci perché non mi ispira molto, preferisco fare una passeggiata dopo cena.

Vi lascio e vi auguro un felicissimo anno nuovo!

DSCN1738_1200
Deveci Tuzda Kuzu prima di essere aperto
DSCN1747_1200
Deveci Tuzda Kuzu
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...